Come scegliere un passeggino

Il nostro obiettivo in qualità di genitori è poter portare a passeggio il nostro bimbo senza disturbarne il sonno e facendo in modo che sia il più comodo possibile, per evitare che si metta a piangere e non si goda così la passeggiata. Quindi, come possiamo scegliere il passeggino che fa per noi? Sicuramente dobbiamo fare da subito una distinzione.

Come scegliere un passeggino: cosa serve sapere.

Chi decide di utilizzare la navicella come culla, dovrà orientarsi verso modelli più solidi e di una certa dimensione, verificando che il bimbo ci possa dormire dentro almeno fino ai 6 mesi. Ad esempio, uno degli accessori che potete acquistare da noi è il Mom Up: uno stand-up che permette di sostituire il telaio del passeggino con delle gambe senza ruote, adatto a tutti i modelli di Trio Momon. In questo modo, la navicella diventa una comoda culla da casa, garantendo sicurezza e igiene. Chi invece prevede continui spostamenti si dovrà orientare verso carrozzine più leggere, più piccole e facili da smontare e caricare in auto. Che siano a 4 o a 3 ruote, con maniglione unico o meno, i passeggini e le carrozzine devono poter essere compatti e leggeri da chiusi, per poterne garantire un facile trasporto.

Come scegliere un passeggino: cosa deve avere.

Un buon passeggino cosa deve avere? Partiamo dal tessuto, che è la cosa che sarà sempre a contatto con il bimbo: il tessuto deve essere impermeabile, deve proteggere il piccolo dai raggi solari e, perché no, anche antimacchia così da permettere a mamma e papà di utilizzare il passeggino il più a lungo possibile. Un buon passeggino, poi, deve proteggere dal vento e dal freddo con coprigambe e capottina. Il telaio deve essere leggero, facile da chiudere e da aprire; trovarsi incastrati con un passeggino che non si chiude mentre il bimbo piange potrebbe essere parecchio fastidioso. Per carrozzina e passeggino, lo schienale deve essere reclinabile, così come l’eventuale poggiapiedi, per poter stendere comodamente il bambino nei suoi pisolini a passeggio. Per la sicurezza è importante che vi siano le cinture con sistema isofix per l’ovetto, per il suo ancoraggio in auto; le cinture potranno essere presenti anche nella navicella, mentre per il passeggino è importante che vi sia anche la barra di sicurezza per evitare che il bimbo irrequieto possa scivolare giù dal passeggino in movimento. Tra gli accessori che un buon prodotto dovrebbe avere anche: la borsa portaoggetti, la zanzariera e il parapioggia. Sarebbe grande cura da parte dei produttori includere anche uno scaldamani per le mamme e i papà che portano a passeggio i loro figli nelle giornate più fredde e un ombrellino per proteggere il piccolo durante quelle più calde. Nelle nostre special edition After, ad esempio, scaldamani e ombrellino sono sempre inclusi nella dotazione.

Come scegliere un passeggino: dove andare.

Dove possiamo andare a vedere e toccare con mano per poter scegliere il passeggino che soddisfi le nostre esigenze? Oramai su Google potete trovare sia le case madri che i rivenditori. Ciò che vi consigliamo noi è di andare a trovare più d’uno, non fermatevi al primo e soprattutto cercate di capire direttamente con la casa madre se ci sono agevolazioni, sconti, offerte che potrebbero fare al caso vostro. Per i passeggini e trio di Momon, abbiamo all’interno del sito una pagina dedicata ai rivenditori Momon: potete consultarla e vedere qual è il punto vendita più vicino a voi. Per altre informazioni potete scriverci. Saremo a vostra completa disposizione per consigli o indicazioni.