Per la famiglia

Bonus bebè e aiuti alla famiglia 2017

Quest’anno sono previsti parecchi aiuti per le famiglie, ve ne indichiamo qualcuno:

  • Bonus bebè 2017
  • Premio alla nascita o premio mamma domani
  • Bonus nido 2017

e davvero molti altri.

Fate comunque sempre riferimento al sito dell’INPS.

Bonus bebè 2017: per chi e come richiederlo.

bonus bebè 2017 per chi e come richiederlo
Il Bonus bebè 2017 consiste in un assegno di 80 euro/mese (960,00 euro all’anno) per ciascun figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017 per la durata massima di 3 anni di età.

A chi spetta, il Bonus bebè 2017, l’INPS indica i seguenti parametri: l’assegno è partito dall’1 gennaio 2015 per le neo mamme e famiglie adottive che hanno un ISEE sotto i 25mila euro.

Per le famiglie a basso reddito fino a 7mila euro l’importo dell’assegno è raddoppiato e passa da 80 a 160 euro.

Come possiamo richiedere il Bonus Bebè 2017: i genitori in possesso dei requisiti devono presentare domanda compilando l’apposito modulo INPS: assegno di natalità e presentare la richiesta andando su www.inps.it – Servizi on line.

Ricordare che bisogna avere il PIN personale, che potete richiederlo:
– chiamando il numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o il numero 06 164 164 (numero per cellulari);
– attraverso i patronati.

Per maggiori info: Inps e assegno di natalità.

Premio alla nascita o premio mamma domani 2017: per chi e come richiederlo.

bonus mamme domani per chi e come richiederlo
Novità del 2017: il bonus mamme domani o “premio alla nascita” è stato approvato nella legge di stabilità 2017 firmata dal Senato lo scorso 7 dicembre.
E’ un premio una tantum da 800 euro da dare alle future mamme al settimo mese di gravidanza. Valido dal 1° gennaio 2017.

A chi spetta il premio alla nascita? Dunque informazione importante, non ha vincoli Isee. Ecco cosa dà diritto alla sua richiesta:

  • l’adozione nazionale o internazionale di un minorenne,
  • l’affidamento preadottivo nazionale o internazionale,
  • il parto anche se antecedente all’inizio dell’8° mese,
  • il compimento del 7° mese di gravidanza.

Le mamme devono avere residenza in Italia, cittadinanza italiana o comunitaria o status di rifugiato politico e protezione sussidiaria o permesso di soggiorno Ue di lungo periodo o carta di soggiorno per familiari di cittadini Ue. E’ possibile farne richiesta già dal 4 maggio 2017.

Come posso richiedere il bonus mamme domani?
Occorre presentare domanda dopo il compimento del settimo mese di gravidanza e va corredata con certificato medico di uno specialista del Servizio sanitario nazionale, che attesta la data presunta del parto. Come specifica la circolare INPS, verranno in seguito rilasciati i dettagli per presentare la domanda in via telematica.

Ammonta a 800 euro una tantum.

Bonus nido 2017: per chi e come richiederlo

bonus nido 2017 per chi e come richiederlo
Il bonus nido 2017 ammonta a 1.000 euro all’anno, corrisposti in 11 mensilità, per il pagamento delle rette dell’asilo nido. Novità della legge di stabilità firmata il 7 dicembre dal Senato.

Il buono vale per i bambini nati o adottati dal 1° gennaio 2016 e potrà essere percepito per al massimo tre anni. Importante non confonderli con i voucher asili nido e babysitter.

A chi spetta il bonus nido 2017? Beh come per il bonus mamme domani non ci sono limiti di reddito.

Per poter richiedere il bonus nido 2017, sempre consultando il sito dell’INPS o andando al patronato potrete presentare domanda a partire dal 17 Luglio 2017 fino al 31 Dicembre 2017

Questo beneficio non è cumulabile con la detrazione fiscale per le spese documentate di iscrizione in asili nido sostenute dai genitori ( detrazione fiscale pari al 19% sul totale delle spese annue documentate, sostenute fino a un massimo di 632 euro).

Non è cumulabile neppure con i voucher asili nido o babysitter, misura già in vigore nel 2016 e prorogata nel 2017.

#MOMON_STROLLERS